Traslocare, di per se, è già un’attività abbastanza pesante e stressante.. se poi lo si fa in una città grande come quella di Roma la carica emotiva aumenta a dismisura. In ogni caso non bisogna scoraggiarsi perché a tutto c’è rimedio: la parola d’ordine, come in tutte le cose, è organizzazione! Se si è organizzati sulle modalità con cui attuare il trasloco prima, durante e dopo quest’ultimo, il tutto verrà molto più semplice.

Come prima cosa è bene ispezionare ciascun angolo della casa, ogni stanza, in modo da capire quali siano gli oggetti che potrebbero tornare utili e quelli che, invece, occorre regalare o buttare.

In questo modo si evita di accumulare oggetti che occupano solo spazio inutilmente ma, per prima cosa, occorre assicurarsi di smaltire tutti i rifiuti domestici nella maniera più corretta possibile in modo da non nuocere all’ambiente. Sarebbe ottimo affidarsi ad un’ottima agenzia di trasloco, in modo da assicurare un lavoro ineccepibile e preservare i propri beni, avendo cura di farsi redigere un preventivo dei costi.

Se hai intenzione di cambiare casa, inoltre, non vorrai che tutte le provviste rimaste vadano a male? Occorre iniziare a contare i giorni che mancano al fatidico giorno, e cioè quello del trasloco, in modo da pianificare e consumare gli ultimi pasti così che in frigo non ci sia più nulla.

È opportuno stilare un elenco dei servizi che si ha voglia di mantenere nella nuova casa: se vuoi che arrivino puntuali come sempre al nuovo indirizzo le bollette del gas, della luce, del telefono, acqua, della tv satellitare ma anche gli abbonamenti ad eventuali riviste e così via.. occorre che i fornitori di questi servizi sappiano come rintracciare il destinatario.

È necessario raccogliere, preventivamente, informazioni circa le procedure di comunicazione di cambio dell’indirizzo. Se si è deciso di fare un cambiamento radicale, effettuando anche un cambio della banca, occorre ricordarsi di effettuare la richiesta per l’accredito dello stipendio presso la succursale vicina alla nuova abitazione. Per un trasloco organizzato in maniera efficiente sarebbe opportuno reperire tutto il materiale necessario: scatoloni, pennarelli e nastro adesivo.

Ogni qualvolta è previsto un trasloco è normale che si debba pensare a prendere le misure sia delle stanze della nuova casa, che dei mobili, così da evitare spiacevoli sorprese una volta che si è intenti a montare i mobili. Questo piccolo accorgimento consente, inoltre, di pianificare una disposizione differente dei mobili.

Rivolgersi ad un’agenzia di trasloco, a volte, potrebbe risultare costoso se si prende in considerazione anche l’attività di smontaggio e rimontaggio dei mobili.

È giusto fare le proprie valutazioni e scegliere l’azienda che fornisce la giusta conciliazione tra qualità, garanzia di un ottimo lavoro e buon prezzo (su Roma ad esempio, si può fare riferimento su Traslocase). Se si ha la necessità di risparmiare un’altra idea potrebbe consistere nell’effettuare da se l’imballaggio delle scatole.

Tale attività potrà cominciare dall’imballaggio degli oggetti e dall’etichettatura di ognuna di esse in relazione alla stanza in cui gli oggetti andranno riposti, oltre all’indicazione del contenuto. In questo modo l’organizzazione generale, al momento di sistemare le scatole, risulterà essere molto più efficace rispetto a come sarebbe senza l’uso di questi accorgimenti.

Traslochi a Roma: come organizzarsi senza stress