The Shannara Chronicles è, senza dubbio alcuno, una delle serie televisive più attese di tutto il 2016. Questa produzione racconta le avventure che un gruppo di adolescenti deve affrontare per garantire la salvezza del nostro pianeta in un lontano futuro.

‘Terry Brooks, una narrazione lunga quarant’anni’

La serie di romanzi fantasy da qui viene tratto questo suggestivo telefilm è stata scritta da prolifico scrittore Terry Brooks. Stiamo parlando di un’opera monumentale la cui produzione ha coperto circa quarant’anni: il primo libro di The Shannara Chronicles è stato pubblicato nel 1977.

Lo scrittore statunitense non è ancora pronto a scrivere la parola fine a questa sua creatura: l’ultimo libro della serie uscirà negli Stati Uniti il prossimo Giugno col titolo ‘The Sorcerer’s Daughter’. I volumi di cui si compone questa saga fantasy sono circa 26: la serie televisiva si basa sul secondo capitolo, ‘Le pietre magiche di Shannara’.

‘La magia è tornata’

La trama di The Shannara Chronicles è piuttosto affascinante: la giovane e coraggiosa Amberle Elessedil riesce ad entrare faticosamente nell’Ordine degli Eletti (nessuna donna c’era mai riuscita prima). I membri di questa confraternita giurano di proteggere anche con la vita l’Eterea, un antico albero attorno al quale si racconta una suggestiva leggenda a cui nessuno crede: si narra che le foglie di questa pianta siano una potente prigione per demoni.shannara-banner-

Nemmeno Amberle crede a questo mito: presto, però, la fanciulla avrà modo di ricredersi. Stando a stretto contatto con l’Eterea, si rende conto che le dicerie attorno all’albero sono tutte vere. Inoltre, la ragazza capisce presto che c’è di mezzo la vita stessa del regno delle Quattro Terre: l’Eterea sta morendo.

Quando la sua ultima foglia cadrà al suolo, orde di malvagi demoni saranno libere e potranno seminare il terrore per tutto il reame. Amberle è la nipote prediletta di Eventine, re degli Elfi: questo saggio sovrano in passato ha combattuto strenuamente per portare pace e tranquillità nelle Quattro Terre. Dopo questo sanguinoso conflitto la magia sembrava essere stata estirpata per sempre dal regno degli Elfi. Re Eventine dovrà presto ammettere che non è più così.

‘La compagnia degli eroi’

Ambrele decide di cercare di salvare il pianeta: non lo farà da sola. Il pericolo ha fatto risvegliare il Druido Allanon, vecchio amico di re Eventine: al termine dell’ultima guerra il mago si era sottoposto ad un’ibernazione molto efficace. Allanon capisce subito la gravità della questione e cerca di avvisare il suo antico compagno d’armi del pericolo che sta per colpire il suo regno.

La sua sapiente guida sarà il più prezioso alleato di Amberle: Allanon ha presente il quadro della situazione ed è in possesso di tutti gli strumenti per fronteggiare le macchinazioni di Dagda Mor, il capo dei demoni. Altro compagno di avventure della bella principessa elfica sarà il giovane Wil Ohmsford, interpretato da Austin Butler: il ragazzo è metà elfo e metà umano. Dopo la morte della madre ha deciso di vagare per il mondo in cerca di fortuna.

Il suo unico tesoro (anche se Wil non ne conosce il valore) sono tre pietre lasciategli in eredità dal padre prima di morire. Ben presto, grazie ad Allanon, il ragazzo scoprirà che i tre sassi hanno potentissimi poteri magici: grazie ad essi il padre Frank era stato risolutivo nel redimere il conflitto che aveva visto la vittoria di re Eventine anni addietro. Wil deciderà quindi di aiutare la principessa Amberle a salvare le Quattro Terre: presto il senso del dovere si trasforma in un sentimento diverso.

Il giovane si innamora perdutamente della fanciulla. I due, però, non saranno soli: con loro combatte Eretria, una giovane Nomade. La ragazza è la figlia adottiva di Cephelo, spregiudicato capo degli zingari che la spinge a compiere furti ed azioni illecite. Quando Eretria conosce Wil se ne innamora: anche se capisce di avere nella principessa degli Elfi un’imbattibile rivale, la ragazza decide di accompagnare i due amanti nella loro pericolosa missione. Amberle deve immergere un seme dell’Eterea nel Fuoco di Sangue: solo in questo modo la pianta potrà rinascere e i demoni non verranno metteranno mai più a rischio la sicurezza delle Quattro Terre. Bene presto i tre ragazzi saranno coinvolti in un triangolo amoroso che, a tratti, minaccerà l’esito positivo della loro impresa.

‘I demoni: cattivi e potenti’

I cattivi di Shannara sono senza dubbio alcuno i demoni: se liberate, queste diaboliche creature semineranno sangue e distruzione per tutte le Quattro Terre. Il loro capo è Dagda Mor: basta guardarlo in volto per capire quanta malvagità nasconda il suo animo.

È il più forte, il più potente ed il più scaltro di tutti i demoni: non a caso è la prima creatura che riesce a liberarsi dalla prigione in cui l’Eterea ha rinchiuso tutte le entità maligne. Anche il druido Allanon lo teme. Il principale alleato di questo temibile nemico sarà un demone chiamato il Camaleonte.

Lo dice il nome stesso: questa creatura è in grado di assumere le sembianze di qualsiasi persona. Questa sua capacità la rende molto utile ai fini di Dagda Mor: il Camaleonte riuscirà ad infiltrarsi tra le mura del palazzo di re Eventine e spierà in tutta comodità gli Elfi, riuscendo a carpire i loro piani. Dagda Mor, grazie al suo scagnozzo, sarà sempre un passo avanti rispetto alle forze del bene.

The Shannara Chronicles: gli elfi sono tornati