In cosa consiste la quotazione dell’oro usato?

Capita, soprattutto in momenti di difficoltà, di dover ricorrere a dei metodi alternativi per riuscire ad ingrossare il portafogli. Si ricorre alla vendita online di oggetti obsoleti o poco usati, ma uno dei metodi più immediati ed efficaci è la vendita dell’oro.

In Italia esistono migliaia di negozi specializzati nella compravendita e quotazione oro usato e argento, con immediato pagamento, o meglio, scambio. Se in casa si hanno collane, bracciali, spille, monete antiche, gettoni d’oro o altri oggetti d’oro inutilizzati o sacrificabili, è conveniente e assolutamente consigliato recarsi presso uno di questi negozi ed effettuare lo scambio. La valutazione, per delle mani e degli occhi esperti, occupa solo qualche minuto, e si può uscire dal negozio con delle banconote in mano dopo un tempo particolarmente breve.

vari fattori sulla quotazione oro usato

Quotazione oro usato

Non bisogna farsi ingannare dalle pubblicità o dai cartelli affissi all’esterno di un negozio specializzato nella compravendita e nella quotazione dell’oro e dell’argento. Infatti, spesso, essi indicando a caratteri cubitali solo il valore dell’oro puro, ossia dell’oro incontaminato, della misura di 24 carati.

I carati indicano l’unità di misura della purezza dell’oro, ossia la quantità d’oro presente in un oggetto. Considerando che l’oro dei gioielli non è mai puro, per una questione di lavorazione, gli esperti dovranno valutare i carati, cioè la quantità e la qualità dei materiali che si sono fusi con l’oro dell’oggetto in questione. Generalmente i gioielli d’oro non hanno più di 18/20 carati. Le quotazioni non variano soltanto a seconda dei carati, ma anche del valore di mercato. Infatti l’andamento economico di un Paese condiziona e modifica pesantemente il criterio di valutazione dei materiali.

 

Consigli generali sulla quotazione oro usato

Se c’è un errore comune che compiono i venditori d’oro è quello di lasciarsi prendere dalla fretta e dalla tentazione del denaro. Infatti, molte persone, attratte in modo ingannevole dalle pubblicità o dai cartelli, che come si è già detto, indicano il valore dell’oro puro, si recano nel primo negozio che vedono e attuano lì il loro scambio.

Non c’è niente di più sbagliato. È vero che non ci sono differenze nel metodo di valutazione tra i vari negozi, ma ci possono essere delle sostanziali differenze di prezzo. Infatti, nonostante comunque la quotazione oro usato varia in base all’andamento economico del Paese, ogni catena o negozio di compravendita dell’oro può variare la misura della valutazione, creando così delle differenze non da poco tra una cifra e l’altra.

Il grammo d’oro valutato in un negozio, ossia l’unità di misura standard di valutazione, può cambiare anche di parecchi euro, per questo motivo è consigliabile girare e informarsi in più negozi possibili, per essere sicuri di compiere l’affare migliore.

Un altro consiglio è quello di non vendere tutto l’oro in una sola volta. Ovviamente questa considerazione non va fatta nel caso in cui si necessiti di una somma non indifferente di denaro in tempi stretti, ma se non c’è una necessità di un certo tipo, è meglio aspettare. Infatti, come si è detto, la quotazione dell’oro varia a seconda della situazione economica.

Per cui, c’è la possibilità che nel giro di qualche tempo il valore aumenti significativamente, e con quello, naturalmente, aumenta anche il guadagno conseguente alla vendita.

Quotazione oro usato: come funziona