Diventare imprenditore è un onore e pure un rischio personale. Da una parte il successo, dall’altra la marginalità. Una solida formazione può essere il biglietto per la messa in sicurezza in un’area che si conduce secondo schemi a parte. Nel paesaggio labirintico delle regole bisogna parlare un linguaggio imprenditoriale diverso per scavalcare così la precarietà lavorativa.

La mancanza di iniziativa è spesso la più dura accusa messa a carico degli imprenditori che non sanno resistere agli eventi sismici dell’economia. Mentre la pretesa che si proietta su di loro è quella di guadagnarsi sempre più spazio per salire, dimostrarsi comunque pronti allo scatto e al rush di carriera. Un’assicurazione contro questi sinistri può derivare solo da una preziosa fonte di professionalizzazione.

Imprenditoria, qual è la scelta giusta tra i Master di BBS

Il Master in Entrepreneurship di BBS spinge a costruirsi una forma mentis flessibile, anche per i momenti di caduta. Prevede una formula modulare: la prima track è dedicata a coloro che intendono creare una propria impresa. Si tratta del New Business Creation, il quale si affianca al Second Generation Entrepreneur, che si rivolge a coloro più sensibili ad un ruolo di governo di piattaforme già avviate.

Certo, master a prezzi da saldo sono attrazioni fatali nella democrazia della formazione. Ma la BBS sta dimostrando sempre di più di crescere. Ha forgiato il suo Dna specifico nel segmento formativo, ripensando schemi nuovi di studio e ha maturato alti rendimenti dei propri allievi. E gli studenti a loro volta hanno manifestato grande soddisfazione per le strategie acquisite, il cui effetto è confermato dal boom degli stessi in questo segmento dell’economia. E tutti gli esempi numerici confermano questo successo. Grazie al lavoro in sinergia già nei laboratori curriculari con imprenditori affermati, garantisce una tutela crescente per l’avvicinamento al mondo del lavoro.

diventare imprenditorePunta ad essere bacino di raccolta di esperienze diverse in dialettica tra di loro. Una scelta sicura per imparare a prendere in contropiede le discese della propria attività. Ha puntato sul potenziamento della preparazione in nuove porzioni del mercato, aperte ad una innovazione fisiologica infinita. Si pensi alle tecnologie e ai prodotti informatici, un campo legato massicciamente al talento,una cantieristica di innovazione. La sua tabella di marcia prevede anche di stimolare gli iscritti a prepararsi a diversificare le esperienze, nella consapevolezza del ciclo del mercato sempre più destabilizzato, con impennate da panico, che sottraggono il segno più a periodi di performance brillanti.

A questo scopo risponde l’iniziativa disciplinare dell’International Business Week, il viaggio all’estero per un confronto con il panorama esterno. Si preoccupa attraverso specifici training di far passare il concetto di crescita personale, fondamentale per incrementare i margini di profittabilità pure difronte a elementi di instabilità.

Diventare imprenditore di successo con un master in Entrepreneurship