Il Giffoni Film Festival 2016 ha assunto un aspetto ancora più internazionale rispetto agli anni passati. Se nel corso del tempo sono state le stars hollywoodiane come Meryl Streep, Robert De Niro, Meg Ryan, John Travolta e Susan Sarandon, a costruire un ponte tra la cittadina salernitana e il grande cinema americano, stavolta il compito di ricollegare due mondi apparentemente così lontani è stato affidato ad un film, Ghostbuster, la cui riedizione è stata oggetto di un grande evento in anteprima, in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Oltre all’atteso remake del celebre film diretto da Ivan Reitman nel 1984, sono però in programma una lunga serie di grandi eventi destinati ad avere naturalmente grande eco non solo sulla stampa italiana, regalando ulteriore visibilità ad una kermesse che è diventata un vero e proprio modello a livello mondiale.

Un pò di storia

Il Giffoni Film Festival ha visto la luce nel 1971, grazie alla passione di Claudio Gubitosi e di un piccolo gruppo di appassionati di cinema. A ispirare l’operazione è stata in particolare la voglia di dare modo alle produzioni estromesse dai grandi circuiti ufficiali di trovare comunque uno sbocco e una vetrina.

In particolare il focus della manifestazione si è incentrato sul cinema per il pubblico giovanile, tanto da portare in breve l’organizzazione a varare il vero e proprio Festival del cinema per ragazzi. La manifestazione è decollata in particolare dal 1982, quando Francois Truffaut la definì la più necessaria in assoluto tra le tante organizzate in giro per il mondo.

Un avallo autorevole, tale da spingere la grande stampa ad interessarsi di questa kermesse e da regalargli quella notorietà che da allora non è mai calata d’intensità e, anzi, è andata aumentando in maniera esponenziale, consigliando anche alle star di prendervi parte almeno una volta.

Giffoni Experience

L’edizione 2016 ha assunto la denominazione di Giffoni Experience, tesa proprio a rimarcare la dimensione internazionale ormai assunta dal festival, tanto da ispirare manifestazioni simili in Paesi come Albania, Australia, Qatar, Polonia e Brasile.

Se l’evento clou per quanto riguarda le pellicole può sicuramente essere rappresentato da Ghostbuster, l’attesa maggiore è però quella che circonda l’arrivo di Jennifer Aniston, la celebre attrice statunitense amatissima dal pubblico di ogni parte del mondo per aver interpretato la parte di Rachel Green in Friends. La sua partecipazione è in programma per il penultimo giorno del festival, sabato 23 luglio, e naturalmente farà nuovamente molto parlare della manifestazione, aiutandola anche da un punto di vista promozionale.

Va poi ricordato un altro arrivo molto atteso, quello di Sam Clafin, l’attore britannico che si è segnalato per aver preso parte ad alcune produzioni di grande rilievo, come Biancaneve e il cacciatore, e Hunger Games: La ragazza di fuoco, in cui ha interpretato Finnick Odair. A Giffoni sarà naturalmente chiamato a presenziare l’anteprima nazionale di Io prima di te, film ispirato al best-seller di Jojo Moyes, il quale arriverà nelle sale italiane a partire dal primo giorno di settembre. giffoni-experience

Nella pellicola Clafin ricopre il ruolo di Will Traynor, banchiere che vede la sua agiata esistenza letteralmente sconvolta da un incidente d’auto a seguito del quale rimane paralizzato. A restituirgli la voglia di vivere sarà Louisa Clark (Olivia Clarke), la nuova assistente che gli farà capire come la vita offra in continuazione nuove opportunità. Anche la proiezione del film diretto da Thea Sharrock sarà caratterizzata dal tutto esaurito, una consuetudine durante i giorni della manifestazione, anche perché i posti a disposizione del pubblico sono limitati a 800.

Il Gomorra Day e Braccialetti Rossi

Se Jennifer Aniston è la grande vedette internazionale dell’edizione 2016 del Giffoni Film Festival, c’è però un altro evento che promette di far discutere molto gli appassionati di cinema e non solo. Si tratta del Gomorra Day, il giorno dedicato alla fortunata fiction di Sky che riprende le vicende descritte nel libro di Roberto Saviano.

Considerate le grandi polemiche che hanno preceduto e seguito la messa in onda della saga incentrata sul mondo della camorra, anche in questa occasione la decisione di dare vita ad un appuntamento di questo genere in una kermesse così particolare sembra destinata a dare la stura a grandi polemiche.

Non va infatti dimenticato come la fiction abbia incontrato grandi resistenze, in particolare a Scampia, nel corso delle riprese e sia stata accusata spesso di dare un’immagine distorta di Napoli e della Campania. Proprio per dare il giusto contrappeso alla serie, è stato peraltro approntato un incontro con il Procuratore Nazionale Antimafia, Raffaele Cantone, teso a dare un’idea reale della pericolosità di una delinquenza organizzata sempre molto forte nel nostro Paese.

Altro evento molto atteso del Giffoni Film Festival 2016, in particolare dal pubblico italiano, è quello dedicato a Braccialetti Rossi, la popolare serie prodotta dalla Rai che descrive le vicende di un microcosmo di giovanissimi alle prese con la terribile realtà rappresentata dal cancro.

Oltre alla proiezione della prima puntata della terza edizione, sono previsti incontri con alcune delle star della fiction, in particolare con Aurora Ruffino, Brando Pacitto e Carmine Buschini. Un’ottima occasione per conoscere meglio alcune giovani leve di cui si potrebbe sentire parlar molto nel futuro.

Giffoni Film Festival, un evento sempre più internazionale