La definizione di orsocopo altro non è che l’individuazione degli astri presenti, nel sistema solare, al momento della nascita di ogni individuo. A seconda delle stelle e pianeti passanti in quel preciso istante e con l’aiuto delle effemeridi, si stabilisce l’oroscopo di una persona. Le effemeridi sono tabelle sulle quali sono riportate misurazioni e calcoli delle distanze e i percorsi dei pianeti in un periodo specifico.

Gli elementi fondamentali per stabilire l’oroscopo di una persona sono: la data (giorno, mese e anno), l’ora e il luogo di nascita.

Per completare la stesura dell’oroscopo bisogna consultare lo Zodiaco, che è un ipotetico nastro che circonda la Terra e che viene diviso in 12 sezioni, più comunemente conosciuti come segni zodiacali. Secondo la tradizione, questi segni prendono il nome da 12 costellazioni che si trovano a cavallo dell’eclittica: la linea mediana dello zodiaco, cioè la linea che il Sole, nel suo moto “apparente” intorno alla Terra (ma in realtà si muove rispetto alla Galassia e non attorno alla Terra, perchè è proprio la Terra a ruotare attorno al Sole), percorre in 365 giorni circa. Tale movimento apparente porta il Sole a spostarsi nelle varie costellazioni, lo spazio che ognuna occupa è di 30°. Ognuno dei dodici segni zodiacali quindi, in uno dei dodici mesi dell’anno, incrocia il Sole.

Quando si afferma di appartenere ad un determinato segno zodiacale, significa che il Sole, al momento della propria nascita, si trovava in quel preciso segno.

Una volta stabilito il segno zodicale di appartenenza di un individuo, l’oroscopo si può arricchire di altri particolari per determinare con più precisione la persona in questione e le sue predisposizioni caratteriali e fisiche.

Ma è solo grazie all’astrologia che si può arrivare a tradurre e rappresentare dei suggerimenti e indicazioni utili all’uomo. Infatti, questo studio, si fonda sulla tradizione dove le posizioni e gli allineamenti dei pianeti influiscono gli atteggiamenti e i comportamenti umani di ogni singolo individuo, nella società e nelle relazioni interpersonali.

Si attribuisce ai Babilonesi l’iniziale approccio all’osservazione e allo studio dei pianeti, con le relative posizioni e spostamenti nella galassia. A queste osservazioni si passò anche ad interpretare tali posizioni e transiti dei pianeti in modo da poter ricavare informazioni utili per la vita quotidiana degli uomini, come una specie di divinazione.

Con i passaggio nei vari periodi storici e culturali si sono sviluppati nei secoli diversi tipi di oroscopi: Oroscopo cinese, Indiano, Celtico, Karmico, ecc. e di conseguenza differenti tipi di segni che rispecchiano le indicazioni degli oroscopi dai quali provengono.

Grazie all’oroscopo (di qualsiasi tipo e cultura esso si tratti) e al proprio segno zodiacale, ogni individuo può venire a conoscenza del suo futuro, oltre a scoprire caratteristiche caratteriali che lo riguardano e che fino a prima erano state ignorate. L’appartenza di un segno piuttosto che ad un altro influenza il carattere e gli atteggiamenti di ogni essere umano e per questo motivo che molte persone seguono e si appassionano agli oroscopi.

Come viene formulato l’oroscopo?