Gli antipasti nell’antichità

Come erano considerati dai nostri avi gli antipasti

Gli antipasti sono nati in epoca remota, ed hanno sempre avuto notevole importanza, non solo culinaria, ma anche e soprattutto sociale. Nell’Antica Roma i banchetti cominciavano con una gran quantità di portate che avevano lo scopo di stuzzicare l’appetito dei commensali; la varietà degli antipasti e la presenza consistente di cibi esotici provenienti dall’Oriente erano indicativi dell’influenza e della grandezza del padrone di casa.

Dopo la scoperta del Continente Americano giunsero sulle tavole dei paesi Europei pietanze dai gusti particolari fino ad allora sconosciuti; venivano offerti dai signori del tempo come antipasti nei banchetti per indicare agli invitati la propria importanza.

Antipasti nel mondo, America

Gli antipasti più comuni in Sud America

In America Latina sono molto diffuse le empanadas, fagottini di pasta, in genere con ripieno di carne, pesce o verdure, fritti in abbondante olio di semi. In origine erano un piatto diffuso tra gli antichi popoli arabi del bacino del Mediterraneo; vennero poi esportati in Sud America dagli spagnoli.

Ci sono poi gli anticuchos, spiedini di cuore di manzo marinato e cotto alla brace o sul tegame; le origini di questa ricetta vanno ricercate al periodo dell’Impero Inca, tra il 13° ed il 16° sec.

Antipasti nel mondo, Asia

Come iniziano un pasto gli asiatici

In Asia, in particolare in Arabia Saudita, è molto diffuso un antipasto a base di formaggio aromatizzato all’interno di un cannolo di pasta sfoglia, cotto al forno, dal nome un po’ difficile: rqaqat jibneh. Possiamo gustare anche canapes di manzo, pancarrè guarnito con carne di manzo tritata e condita, e poi fritto in abbondante strutto. O ancora i famosi involtini primavera, di origine cinese, fatti con la pasta di riso ripiena di petto di pollo, peperone, germogli di bambù e di soia, anche questi fritti in abbondante olio di semi.

Antipasti nel mondo, Italia

Gli antipasti più buoni del mondo

In Italia esiste una grande varietà di antipasti, che possiamo dividere in due tipologie: gli antipasti caldi e gli antipasti freddi. In genere si usa proporre gli antipasti solo all’inizio di un pranzo; a cena è opportuno servirli nel caso che la prima portata sia una minestra, oppure una zuppa, altrimenti rischiamo di proporre un pasto eccessivamente pesante prima di andare a letto. Vediamo alcuni antipasti da proporre ai nostri invitati.

antipasti-alici
Antipasti caldi

Crostini e bruschette

Fanno parte della categoria degli antipasti caldi i crostini, fette di pane farcite e poi messe al forno, e le bruschette, fette di pane abbrustolite e poi condite. Possiamo farcire i crostini in svariati modi: con stracchino e salsiccia, con stracchino e rucola, con salsa di pomodoro e mozzarella. E’ importante servirli caldi. Le bruschette possono invece essere anche preparate in anticipo abbrustolendo il pane e poi aggiungendo il condimento: aglio, olio e sale, oppure pomodori a pezzetti, o burro e salmone.

Antipasti freddi

Il classico tagliere italiano

Tra gli antipasti freddi non devono mancare gli affettati tipici italiani, come salame, prosciutto, lonza, ed i formaggi, come il pecorino ed il parmigiano, meglio se accompagnati da miele o da confetture di vario tipo. In estate possiamo proporre anche delle pietanze rinfrescanti, come prosciutto e melone, oppure una insalata di riso, oltre alle mozzarelline condite ed ai pomodori alla caprese.

Fonte: Star.it

 

Un antipasto per iniziare bene il pranzo