Sommario

La rottura di un unghia può compromettere decisamente lo stile e l’eleganza femminile frutto di tante prove e sacrifici. In un solo istante, e magari prima di un evento di rilevante importanza, la rottura di un unghia è un triste inconveniente. A fronte di tali eventi non ci si deve disperare poiché basta rivolgersi ad un centro specializzato in ricostruzione unghie. Oppure, se il tempo a disposizione non è sufficiente, con il ricorso a idonei prodotti si può provvedere da se stessi alla ″ricostruzione unghie″. La cosa importante è essere consapevoli circa le tecniche di ricostruzione. Dedichiamo i prossimi paragrafi alla descrizione dei metodi più comuni per rimediare a tale inconveniente.

Metodi di ricostruzione unghie

Esistono diverse metodiche per la ricostruzione unghie. Le tecniche variano in base al materiale e alla modalità di indurimento ed adesione degli stessi. I più comuni rimedi possono essere elencati come segue:

– ricostruzione con polvere di seta e strato auto-incollante;

– ricostruzione a due componenti con polvere modellante o gel
sintetico (entrambi a base di acrilico) miscelato con un liquido
indurente;

– ricostruzione a gel con indurimento ai raggi UVA.

Ricostruzione unghie con polvere di set

La tecnica della polvere di seta, definita anche ″fiberglass″, è indicata per unghie lievemente danneggiate che richiedono un semplice rinforzo. La tecnica si basa sull’apposizione di un foglio di seta sull’unghia lasciato aderire mediante un collante. Questo è decisamente il metodo più rapido per la ricostruzione anche se il ciclo di durata è realmente minimo. Inoltre può essere considerato il meno invasivo e il più conveniente da adoperare prima della rottura totale delle unghie.

Ricostruzione unghie con strato di acrilic

La tecnica dell’acrilico si basa sull’apposizione di una pasta composta da una polvere a base di polimeri (acrilico) ed un liquido indurente che reagisce con l’aria. Una volta applicata la mistura l’unghia può essere scolpita a piacimento. Questa tecnica richiede una discreta manualità sia nel dosaggio della miscela che nella lavorazione della stessa. Inoltre essa è indicata nei casi di ricostruzione avanzata, ossia a fronte di gravi ed evidenti rotture.

Ricostruzione con gel ed indurimento UVA

La ricostruzione con gel e raggi UV è decisamente la più praticata. Essa si basa sull’applicazione di un gel viscoso asciugato, poi, mediante una lampada UV. La foto-polimerizzazione avviene solo mediante una specifica gamma di frequenza della luce. Tale caratteristica fisica lascia tempo sufficiente per la modellatura in quanto il gel si indurirà solo quando esposto al fascio UV. Questo metodo permette di ricostruire le unghie in modo rapido, efficace e naturale.

Naillover materiali e kit

I materiali di ricostruzione giocano un ruolo di primaria importanza. Un prodotto scadente potrebbe aggravare la situazione. Nailover è la soluzione ideale. L’azienda opera on line ed il link di riferimento è: www.nailover.it. Naillover offre una vasta gamma di prodotti e strumenti dedicati alla ricostruzione unghia. Oltre ai gel si possono acquistare lampade UV di provata qualità.

Ricostruzione unghie, tecniche e consigli